Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

IIF (Istituto Internazionale del Freddo)

L’Institut International du Froid (IIF) è un’organizzazione intergovernativa indipendente fondata nel 1908, basata su scienza e tecnologia, che promuove la conoscenza della refrigerazione e delle tecnologie e applicazioni associate, su scala globale per migliorare la qualità della vita in modo economicamente vantaggioso ed ecologicamente sostenibile. Fra i principali settori di competenza figurano: Qualità e sicurezza alimentare dalla produzione al consumatore; Comfort nelle case e negli edifici commerciali; Prodotti e servizi sanitari; Tecnologia a bassa temperatura e tecnologia a gas liquefatto; Efficienza energetica; Uso sicuro di refrigeranti che non riducono lo strato di ozono e contengono il riscaldamento globale.

L’Organizzazione conta 59 Stati membri, oltre a 304 membri individuali, fra ricercatori e istituzioni pubbliche e private attive nel settore.

E’attiva attraverso progetti finanziati a livello nazionale, europeo e internazionale:

Per i progetti finanziati a livello nazionale, l’IIF mette a disposizione degli Stati membri interessati a finanziare specifici progetti i suoi esperti per elaborare studi.

In ambito europeo, è l’UE che finanzia progetti per lo sviluppo di nuove tecnologie e l’elaborazione di guide tecniche: fra tali progetti figura il CryoHub, finanziato in ambito Horizon 2020, che ha l’obiettivo di esaminare e aumentare il potenziale di stoccaggio dell’energia criogena per generare energia e freddo.

In ambito internazionale, si tratta di progetti condotti in partenariato con agenzie ONU, quali il progetto finanziato dall’UNIDO per valutare i costi aggiuntivi per migliorare l’efficienza energetica nel freddo commerciale e il progetto condotto in partenariato con ONU-Environment OzonAction.

Il Direttore Generale, Didier Coulomb, è coadiuvato da una Vice Direttrice Generale. L’Organizzazione si avvale della Conferenza Generale per definire le politiche dell’IIF; del Comitato Esecutivo, che controlla l’attività amministrativa e finanziaria dell’IIF; del Comitato di Direzione, che organizza le riunioni del Comitato Esecutivo e del Consiglio Scienza e Tecnologia, organo tecnico che coordina le attività scientifiche e tecniche dell’IIF, condotte da 10 commissioni raggruppate in 5 sezioni e diversi gruppi di lavoro.

L’Italia è membro fondatore dell’IIF.

L’Ufficio competente per la catena del freddo nell’industria agroalimentare è al MIMIT, presso la Divisione VII – Industria agroalimentare, del Made in Italy e industrie creative. La partecipazione ai lavori è assicurata da esperti provenienti dal mondo accademico e della ricerca.

Sito ufficiale: https://iifiir.org/en