Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Gruppo di Azione Finanziaria Internazionale

 

Gruppo di Azione Finanziaria Internazionale

Il Gruppo d’Azione Finanziaria Internazionale (GAFI) o Financial Action Task Force (FATF) è un organismo intergovernativo, costituito nel 1989 in occasione del G7 di Parigi, che ha per scopo la difesa del sistema finanziario e in generale dell’economia dalle minacce portate dal riciclaggio, dal finanziamento del terrorismo e dalla proliferazione delle armi di distruzione di massa.

Il Segretariato del GAFI è ospitato presso l'OCSE mentre la presidenza, di durata annuale, è assegnata a funzionari di livello apicale espressi dagli Stati membri. La Presidenza di turno degli Stati Uniti d’America (periodo 1 luglio 2018-30 giugno 2019) è rappresentata da Marshall Bilingslea, Sottosegretario al Tesoro per la lotta al finanziamento del terrorismo e ai crimini finanziari, che è subentrato all’Argentino Santiago Otamendi. La Repubblica Popolare Cinese riveste la funzione di Vice – Presidente con Xiangmin Liu, Direttore Generale Affari Giuridici presso la Banca Centrale ed è, per prassi, il presidente designato per il successivo periodo annuale.

L’organismo, il cui mandato è stato rinnovato per il 2012-2020 da parte dei Ministri delle Finanze dei Paesi Membri, durante gli Spring Meetings di Washington del 2012, si propone di:

• realizzare strumenti giuridici che possano concretamente contrastare l’utilizzo criminale del sistema finanziario e a questo scopo ha approntato, nel 1990, 40 Raccomandazioni, cui si aggiungono 9 Raccomandazioni Speciali, riviste nel 2012 (c.d. nuove 40 Raccomandazioni) ed aggiornate costantemente. Tali raccomandazioni, riconosciute e ratificate oltre che dai Paesi membri (attualmente 35 cui si aggiungono 2 Organismi regionali) anche da numerosi organismi internazionali, costituiscono un corpus di riferimento per le legislazioni nazionali.

• monitorare, attraverso un processo di valutazione reciproca, l’implementazione dei presidi (normativi e organizzativi) antiriciclaggio e di contrasto al finanziamento al terrorismo e di verificare l’efficacia degli stessi nelle giurisdizioni aderenti.
Il GAFI si riunisce in assemblea plenaria ordinariamente tre volte l'anno, di cui due (normalmente a febbraio e a ottobre) a Parigi, dove si trova anche il Segretariato che si occupa di supportarne l'attività; una volta l'anno (solitamente nel mese di giugno) si tiene invece una riunione organizzata nel Paese che assume la presidenza di turno.

L’Organismo, nell’esercizio delle proprie funzioni, collabora con gruppi regionali, costituiti sul modello GAFI (cd. FATF Style Regional Bodies o FSRBs) - APG (Asia/Pacifico), CFATF (Caraibi), EAG (Euro-Asiatico), ESAAMLG (Africa orientale e del sud), GAFILAT (America Latino), GABAC (Africa Centrale), GIABA (Africa occidentale), MenaFATF (Medioriente e Africa settentrionale), MONEYVAL (Consiglio d’Europa) e con numerosi osservatori.

Alla Plenaria, unico organo decisionale del Gruppo, è rimessa la facoltà di costituire gruppi di lavoro tematici per supportare l’attività dell’Organismo. Attualmente operano i seguenti:
• “Evaluation and Compliance Group - ECG”, che si occupa dell’interpretazione dei criteri fissati nelle raccomandazioni e del processo di revisione tra pari;
• “Global Network Coordination Group - GNCG”, che si occupa del raccordo con i FSRBs e le Organizzazioni Internazionali per l’effettiva implementazione delle Raccomandazioni;
• “International Co-operation Review Group - ICRG”, che si occupa di sviluppo delle cooperazione internazionale con giurisdizioni a rischio;
• “Policy Development Group - PDG”, che si occupa di definire linee guida in materia di riciclaggio e finanziamento del terrorismo;
• “Risks, Trends and Methods Group - RTMG”, che si occupa delle nuove tipologie di riciclaggio e/o finanziamento del terrorismo.

La Presidenza statunitense ha enunciato le priorità del suo mandato, e tra le principali si annoverano il mantenimento del focus sul contrasto al finanziamento del terrorismo, il rafforzamento dell’impegno in materia di contrasto alla proliferazione di armi di distruzione di massa e la maggiore attenzione ai rischi che possono essere portati al sistema antiriciclaggio e di contrasto al finanziamento del terrorismo dalle monete virtuali ed in genere dai cripto assets.

La delegazione italiana è guidata dal Ministero Economia e Finanze, Dipartimento del Tesoro, Direzione V – Prevenzione dell'Utilizzo del Sistema Finanziario per Fini Illegali ed è composta da numerose amministrazioni assistite da questa Rappresentanza Permanente.

Il GAFI pubblica sul proprio sito istituzionale i rapporti adottati ivi comprese le valutazioni operate sulle giurisdizioni.


50